In breve

15/11/2019

Domenica 28 luglio 2019, grande affluenza alla festa del gruppo al colle San Carlo


15/11/2019

Domenica 4 agosto 2019 gli alpini si sono ritrovati a Rosazza per l’annuale festa di gruppo.


15/11/2019

90° compleanno dell’alpino Claudio Bracco del gruppo di Sala


03/06/2019

Giovanni Cravello festeggiato per i suoi 96 anni


Pagina 1 di 12  >  >>


Add some images first for Slideshow:8
07/11/2019

Camino 2019


“Su, su correte è l’ora di partire”. I versi di una delle più belle canzoni alpine, calzano a pennello domenica mattina 21 luglio quando gli alpini si apprestano a raggiungere il Monte Camino per il pellegrinaggio sezionale.



“Su, su correte è l’ora di partire”. I versi di una delle più belle canzoni alpine, calzano a pennello domenica mattina 21 luglio quando gli alpini si apprestano a raggiungere il Monte Camino per il pellegrinaggio sezionale. Su, su correte, e già si vedono le numerose file di giovani scarpinare per i sentieri delle montagne. Anche la funivia e la cestovia fanno il loro dovere: portano al lago del Mucrone ed al Camino centinaia di alpini che, l’anagrafe ed il buon senso, consigliano il trasporto via cavo. Su, su correte, artiglieri di montagna, al pian della Ceva a rendere omaggio alle gloriose Batterie Alpine. L’alzabandiera e la deposizione della Corona d’alloro, nel più suggestivo silenzio, ogni anno ne sanciscono l’indelebile ricordo. Su, su correte, alpini, alla chiesetta di San Maurizio più bianca che mai, grazie ai volontari che hanno rifatto la tinteggiatura e a chi ha fornito gratuitamente il materiale, per la Santa Messa. Ci sono da celebrare i cento anni di associazione e rivolgere un grande, affettuoso e riconoscente pensiero alle schiere di alpini “andati avanti”. Su, su correte, per l’alzabandiera e la deposizione della Corona d’alloro alla lapide che ricorda il glorioso BTG Levanna, le cui gesta e l’Eroismo nella prima guerra mondiale sono giunte indelebili sino a noi. Su, su correte, alpini, a stringere in un caloroso abbraccio la nostra chiesetta. Ora ci siamo tutti ed il sacro rito può avere inizio. Le parole del presidente Fulcheri, per un piccolo problema tecnico, non arrivano a tutti, ma sicuramente, avrà ringraziato autorità, alpini e amici degli alpini per la grande partecipazione, nonché i vessilli di Alessandria e Valsesiana, che hanno voluto onorarci con la loro presenza. Vedere in un sol colpo d’occhio il vessillo sezionale e tutti i gagliardetti dei Gruppi è confortante per le sfide che ci attendono, per altri cento anni di alpini e per il bene dell’Italia, come recita uno degli striscioni che ci hanno accompagnato alla adunata nazionale a Milano. Essere alpino non è una moda, un capriccio, ma una fede e, si sa, che la fede smuove le montagne, come ben sottolineato nella Santa Messa, celebrata dal cappellano sezionale don Remo Baudrocco, coadiuvato da………… Il presidente Fulcheri non si è scordato di ringraziare il coro la Cëseta di Sandigliano e la fanfara di Pralungo, che rendono ancor più sentita e partecipata la Santa Messa, e i volontari della “ristorazione”, a cui va tributato un grande applauso. Anche la coreografia è ben curata: striscioni e tricolori non lasciano dubbi sui sentimenti che ci legano e che, ogni anno, portiamo su alla chiesetta degli alpini al Camino. Su, su correte, ma questa volta, fortunatamente, gli alpini non devono partire, come recitano i versi della celebre canzone… ma solo affrettarsi a prendere il risotto.

                                                                                                          Enzo Grosso



Add some images first for Slideshow:9
  • Val Sangone

    18/12/2016

    Protezione civile

    Nei giorni 7,8,9 Ottobre si è svolta l'esercitazione di protezione civile del 1° Raggruppamento in Val Sangone

    .