In breve

05/02/2020

E' Andato Avanti, l'alpino socio fondatore Renato Boffa ballaran, classe 1922, Reduce della 2° Guerra Mondiale


05/02/2020

Annuale festa del gruppo di Trivero


05/02/2020

Gruppo alpini di Brusson, è sceso in "trasferta" in quel di Borgo d'Ale per incontrare il gruppo 


05/02/2020

Giornata delle Forze armate e 4 novembre


Pagina 1 di 13  >  >>


Add some images first for Slideshow:8
05/02/2020

Niente limiti, ma sempre ricerca di nuovi orizzonti: non diventiamo opachi


Carissimi Alpini, Amici degli Alpini e Aggregati,



Carissimi Alpini, Amici degli Alpini e Aggregati,

un altro anno è trascorso e pur non sottovalutando le situazioni non semplici che troppi ancora vivono, in Italia e nel mondo, mi permetto di affermare che non è così per la nostra famiglia alpina; perché noi abbiamo continuato anche nel 2019 a impegnarci con tanta voglia di futuro associativo, nonostante qualche accidiosa pigrizia o latitante partecipazione, causata spesso, secondo me, dalla mancanza di comunicazioni efficaci tra noi; all’alba del nostro secondo secolo, siamo rimasti gli stessi, semplicemente facendoci carico delle nostre responsabilità. Continuiamo così: niente limiti, ma sempre ricerca di nuovi orizzonti, non diventiamo opachi!

 Per il 2020 la mia speranza è che anche chi definisco “alpino e aggregato abbonato”, cioè chi con il pagamento del bollino crede di aver svolto il proprio dovere e quindi di non doversi più interessare dell’Associazione, capisca di essere tassello importante per la famiglia alpina; mio obiettivo è che anche loro facciano quello che quotidianamente fanno gli iscritti veri alla nostra Associazione, con semplicità, con la convinzione e la certezza di compiere quello che è sì il vero dovere: essere parte attiva partecipando alla vita del proprio Gruppo e della Sezione, rendersi disponibili, collaborare, fare volontariato, quello concreto, gratuito e non prezzolato. Lo dobbiamo fare tutti, motivati dalle nostre memorie, con tenacia, onestà e generosità per un’Italia migliore, che sappia ritrovare le proprie tradizioni civili: non per caso la nostra preghiera dal 1935 recita difendi la nostra millenaria CIVILTA’ cristiana.

Senso del dovere e del sacrificio non dovrebbero essere non solo per noi, ma per nessuno parole vuote; per questo, secondo me, serve un ritorno della leva obbligatoria: perché i giovani di oggi avrebbero tanto bisogno di svolgere, certamente in modo diverso dalla nostra naja, un servizio per la nostra Patria, per capire che è più gratificante dare che ricevere, che dover dire qualche volta “signorsì” non è segno di debolezza, ma è senso civico e rispetto dell’autorità; serve perché è vivendo gomito a gomito che nascono le vere amicizie, in questo mondo social dell’apparenza, dove tutti hanno sul cellulare migliaia di amici che sono in realtà anonimi sconosciuti, e serve anche, perché no, per poter imparare a usare non solo virtualmente un badile e una carriola…

         Dedicando un pensiero ai tanti, troppi, andati avanti che hanno lasciato un grande vuoto nei nostri cuori e nell’Associazione, con quelli del Consiglio sezionale, vi giungano i miei migliori auguri per le prossime festività e per il nuovo anno. Auguri a tutti, Reduci, Capigruppo, Alpini, Amici degli Alpini, Aggregati, Madrine, Alpini in servizio; auguri alle nostre famiglie che sono tücc’ün con la nostra Associazione e auguri a chi, anche se non iscritto, ci vuol bene, ci stima e contribuisce in mille modi a sostenerci.

che sia un Natale buono e un 2020 colmo di serenità, soddisfazioni, tanta buona salute e ALPINITÀ!



Add some images first for Slideshow:9
  • Verbania

    05/02/2020

    Sport

    La sfilata sul lungo lago di Pallanza, da largo Tonolli a piazza Garibaldi, l’alzabandiera e l’omaggio al Monumento ai Caduti, l’accensione del braciere sul sagrato della collegiata di San Leonardo, la Celebrazione Eucaristica, in ricordo degli Alpini andati avanti.

    .

  • Val Sangone

    18/12/2016

    Protezione civile

    Nei giorni 7,8,9 Ottobre si è svolta l'esercitazione di protezione civile del 1° Raggruppamento in Val Sangone

    .