In breve

04/08/2021

Congratulazioni al novello capogruppo Giorgio Pedroni e grazie ad Antonio Mosca, capogruppo uscente, per l'ottimo lavoro svolto!


04/08/2021

il Capogruppo di Zumaglia, Antonio Miceli consegna il libro verde al Sindaco sig.raElveziaDelvento , dopo la S. Messa celebrata da don Giuseppe.


02/08/2021

La giunta della città di Biella, in data 9 aprile 2021, ha deliberato e approvato il Conferimento della Cittadinanza Onoraria al “Milite Ignoto”


16/12/2020

Gianpiero Comotto è nato a Cossato il 27 aprile 1938.


Pagina 1 di 17  >  >>


Add some images first for Slideshow:8
02/08/2021

Espressione alpina


Domenica 2 maggio 2021 è stata una di quelle date, con l’inaugurazione della “Espressione alpina”.La stupenda scultura, realizzata dall’alpino Paolo Barrichello, nella suggestiva Piazza Duomo, è stata presentata dall’autore agli alpini ed alla città di Biella



Ci sono date ed eventi che, di prepotenza, entrano a far parte della storia della Sezione. Pietre miliari per l’intero popolo degli alpini biellesi. Domenica 2 maggio 2021 è stata una di quelle date, con l’inaugurazione della “Espressione alpina”.La stupenda scultura, realizzata dall’alpino Paolo Barrichello, nella suggestiva Piazza Duomo, è stata presentata dall’autore agli alpini ed alla città di Biella. La monumentale penna,si regge su un imponente basamento, che rappresenta il nostro amato cappello alpino. La penna, che svetta per ben 16 metri, è formata dai nomi delle 20 regioni italiane, realizzate con una speciale lega di alluminio che conferisce slancio e leggerezza. La realizzazione trascende dal solo fatto artistico, ma è il frutto di un profondo studio di fattibilità, di ricerca dei materiali e di una perfetta conoscenza delle regole di costruzione che non lasciano spazio all’improvvisazione.L’alpino Barrichello l’ha voluta donare alla Sezione come segno di rinascita: un augurio per un futuro migliore nel segno degli alpini. L’opera, ha sottolineato Barrichello, ha visto la luce grazie all’intervento filantropico dei signori Vittorio, Ornella e Leonardo Gamba di Biella, ringraziamento al quale di cuore si unisce l’intera Sezione. La cerimonia si è svolta perfettamente, senza intoppi e con i giusti tempi dettati dal conduttore, il vice presidente Andrea Antoniotti. Come da programma alla presenza delle autorità: Claudio Corradino, Sindaco di Biella, Emanuele Ramella Pralungo, Vice presidente della provincia, S.E. Mons. Roberto Farinella, Vescovo di Biella, Francesco Sorvillo,Colonnello della Brigata Alpina Taurinense. Il cappellano sezionale don Remo, ha benedetto l’opera con la lettura di un brano del profeta Isaia. Suggestivo l’alzabandiera, con la scalata del rocciatore alpino Claudio Lanza e la discesa in corda doppia. L’inno di Mameli e le più belle canzoni alpine, eseguite magistralmente dalla Fanfara sezionale, diretta dal maestro Massimo Pelliccioli, sono state il giusto contorno alla celebrazione. Il sindaco di Biella Corradino, a nome dell’intero consiglio comunale e dei sindaci del territorio, si è detto particolarmente contento della volontà della Sezione di portare l’Adunata Nazionale a Biella garantendone il pieno appoggio. A nome dell’amministrazione ha consegnato, nelle mani del Presidente Fulcheri, la delibera della lettera di intenti. Nonostante le restrizioni dettate dalla pandemia, nutrita la partecipazione di alpini, gagliardetti e vessilli delle sezioni di Novara, Vercelli, Ivrea, Valsesiana, Asti, Ceva e Intra che Fulcheri, nel suo intervento, ha ringraziato per la loro presenza.
L’ Espressione alpina, ha proseguito il Presidente, è stata posizionata nel cuore della città con l’augurio di poter ospitare gli alpini d’Italia nel nostro territorio. Questa enorme penna deve rappresentare il risveglio dopo tanto torpore, l’apertura delle menti e dei cuori, la forza trainante verso nuove iniziative, tutti insieme tutti Tücc’Ün, cercando ciò che ci unisce e non ciò che divide. La scultura di Barrichello è rimasta in piazza Duomo il 10 maggio, in occasione della partenza della tappa del Giro d’Italia, per trovare poi la definitiva collocazione in piazza Adua. Il vice presidente dell’ANA nazionale Marco Barmasse ha concluso la cerimonia ufficiale con l’augurio di vedere Biella premiata per il 2024, perche la Sezione ha autorevolmente dimostrato di avere le carte in regola e i numeri per ospitare la più importante e imponente manifestazione alpina. Quindi, la fanfara della Sezione, ha allietato il rompete le righe. Per assistere alla suggestiva illuminazione della “Espressione Alpina” appuntamento all’imbrunire.

Il Direttore Enzo Grosso



Add some images first for Slideshow:9