In breve

12/06/2020

Auguri a Giovanni Coda Caseia


12/06/2020

Visita al decano del gruppo, artigliere alpino Silvio Biasett


12/06/2020

Alpini del gruppo di Occhieppo Superiore, hanno fatto visita alla quinta classe della scuola elementare del paese


12/06/2020

S. Messa in ricordo di tutte le Penne Mozze


Pagina 1 di 15  >  >>


Add some images first for Slideshow:8
07/11/2019

Lauretana - Rifugio Mombarone


È Massimiliano Barbero il nuovo re della Lauretana – Mombarone, dopo il ritiro dalle gare di Enzo Mersi, con ben 11 vittorie nelle precedenti 12 edizioni.



È Massimiliano Barbero il nuovo re della Lauretana – Mombarone, dopo il ritiro dalle gare di Enzo Mersi, con ben 11 vittorie nelle precedenti 12 edizioni. Il biellese dell’atletica Saluzzo ha condotto, fin dalle prime rampe, la 42ª edizione di questa classica manifestazione biellese di corsa in montagna, percorrendo i 9 chilometri da Graglia Santuario al Rifugio Mombarone (1500 metri di dislivello positivo) in 1h10’13”, un tempo di tutto rispetto, considerando che lo stesso Mersi lo scorso anno vinse con un crono superiore di circa un minuto e mezzo.

Sul secondo gradino del podio un altro dei giovani talenti, espressi dal territorio biellese in questi due anni: si tratta di Alessandro Ferrarotti che ha concluso la sua fatica con il tempo di 1h12’01”. In terza posizione Carlo Torello Viera, biellese, che ha terminato in 1h13’41”. Rimane imbattuto il record della gara che è nelle mani di Paolo Coda (1h03'03”) dal lontano 1993. Per Barbero era la prima volta in questa manifestazione: «Sono salito con il mio passo, ben conscio delle difficoltà che avrei incontrato: un percorso duro, con un pezzo per me pazzesco, da scalare a quattro zampe. Ben più di una corsa in montagna. Il tempo finale è più o meno quello che pensavo prima di partire, quindi sono molto soddisfatto. Una gran bella vittoria da festeggiare».

L'edizione 2019 entra nella storia dell'ultra quarantennale manifestazione come la più partecipata in assoluto dalla sua fondazione: ben 170 gli atleti che hanno tagliato il traguardo. Il record precedente di presenze era del lontano 1999 quando furono 114 i partenti. La gara è stata organizzata dalla Pro Loco di Graglia Santuario, in collaborazione con il "Gruppo Sportivo Alpini" sezione di Biella, il Gruppo ANA di Graglia, il Gs Graja e il Gaglianico 74. Sponsor della gara è stata Lauretana, da sempre vicina a questo evento ed agli alpini.

La gara era valida quale "Campionato Sezionale ANA" di Corsa in Montagna, partecipata da una ventina di alpini. Ad aggiudicarsi il titolo, la targa “Alpini Sezione di Biella” e una medaglia d’oro in memoria del capitano Marco Fiorina, è stato Daniele Coda Caseia, gruppo di Cossila San Giovanni. Di seguito la classifica alpini: 1° Daniele Coda Caseia, Gr. Cossila S. Giovanni; 2° Simone Corsetto, Camburzano; 3° Enrico Mersi, Pollone; 4° Emiliano Di Palma, Brusnengo; 5° Marco Casotto, Verrone; 6° Pier Paolo Comello, Pollone; 7° Giuseppe Scagliotti, Candelo; 8° Enrico Dall'Angelo, Verrone; 9° Davide Dell'Orco, Cossila S. Giovanni; 10° Stefano Germanetti, Tollegno; 11° Tiziano Berra, Verrone; 12° Roberto Barbirato, Candelo; 13° Maurizio Campagnolo, Verrone; 14° Massimo Fortunato, Pralungo; 15° Vanni Pozzo, Verrone. Tra gli aggregati successo a Nicola Rocchi davanti a Walter Martinetto, entrambi del gruppo di Graglia, Paolo Bora, gruppo Candelo e Stefano Bovio, gruppo di Massazza.



Add some images first for Slideshow:9
  • Val Sangone

    18/12/2016

    Protezione civile

    Nei giorni 7,8,9 Ottobre si è svolta l'esercitazione di protezione civile del 1° Raggruppamento in Val Sangone

    .